Superbonus per eliminare le barriere architettoniche.

La Legge di Bilancio 2021 ha introdotto la possibilità di usufruire del superbonus per gli interventi finalizzati alla eliminazione delle barriere architettoniche realizzati non solo da portatori di handicap, ma anche nel caso siano effettuati in favore di persone aventi più di 65 anni, a condizione che siano eseguiti congiuntamente ad almeno un intervento trainante.
Gli interventi devono riguardare:
– eliminazione delle barriere architettoniche devono presentare le caratteristiche tecniche previste dal DM 236/1989 (normativa di settore).
– eliminazione delle barriere architettoniche usufruiscono del Superbonus se realizzati congiuntamente ad un intervento trainante di efficientamento energetico.
Le spese devono essere sostenute nel periodo di vigenza dell’agevolazione e nell’intervallo di tempo tra la data di inizio e la data di fine dei lavori per la realizzazione degli interventi trainanti.
Il tetto di spesa su cui calcolare la detrazione ammonta a 96mila euro, quindi la detrazione non può essere superiore a 105.600 euro;
La detrazione spetta anche se nell’edificio non ci sono disabili o over-65, con spesa ripartita in base ai millesimi.
E’ possibile optare per lo sconto in fattura o per la cessione del credito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *